raid di merda

cyberspace è appena tornato in vita… vaffanculo al raid e vaffanculo al tool di partizionamento automatico di Debian/ETCH

sono in consegna e la workstation si è impastata… probabilmente chi ha pensato di far dare dall’installer solo 200MB per / (root) forse pensava a una macchina NON utilizzata per fare sviluppo software… la mia /lib supera i 120Mb e la somma di tutte le cartelle in / ha giusto giusto intasato la partizione… per cui

sgancia il raid di md6 (/var), dividilo in 2 partizioni (a sistema attivo, staccando e attaccando le partizioni dal raid e cambiando la tabella delle partizioni mentre avevo altre partizioni attive sui quei dischi) .. resync resync resync… ricostruzione dell’initramfs … la macchine è appena tornata operativa… 24ore dopo… di cui solo 5 di sonno

no comment

se penso al delirio se avessi dovuto reinstallare tutto, mi viene male, una settimana non mi potrebbe bastare

sono in dubbio se andare a dormire, e riprendere domattina, fresco, o tirare avanti come un beota… Dr.House mi suggerisce altri tipi di te molto piu’ pesanti a livello di teina… devo andarli a cercare…🙂

kernel in parallelo+++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++

UPDATE: ha voluto impastarti la workstation? bene… ora fa gli straordinari… ma tu guarda come compila bene 2 kernel in parallelo… su su… che la notte è giovane🙂

2 thoughts on “raid di merda

  1. uhm. e se avessi utilizzato il bind mount di linux invece di risistemare le partizioni ? ti saresti risparmiato ore di lavoro aggiungendo spazio rubato ad altre partizioni😀

    mick

    PS. bel blog😀

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s