mi pareva di averlo gia’ vissuto

/archivi/2005/08/28/a-volte-nella-vita/

Non so che dire… a volte penso che questo blog serva piu’ a me per rendermi conto che ripasso sempre per gli stessi bivi… e anche stavolta… non ho un contratto, ma ho la fiducia di chi mi sta attorno che va rispettata…

Avrei voglia di andare a parlare nelle scuole medie a spiegare ai ragazzi come valutare cosa vorranno fare da grandi. Le mie metriche?

– settore: quanto c’e’ lavoro
– casa o non? “specializzazione” significa doversene andare
– obiettivi di vita

Perche’ nelle scuole non si parla mai di “artigianato” (come obiettivo di carriera)? E’ il cuore della nostra industria.

Advertisements

1 thought on “mi pareva di averlo gia’ vissuto

  1. Pensa che a voler vedere bene anche “voglia di pensare con la mia testa/voglia di fare bene” significano doversene andare…o perlomeno spesso chiedersi “ma io qui cosa faccio?”, poi però come dici c’è la fiducia nelle persone, il rincorrere i sogni o quantomeno i propri obiettivi…e uno finisce con il dire “E per questo resisto” (frase rubata a chi purtroppo la diceva riferendosi a momenti ben più tragici e seri).

    Nota polemica: lascia stare i ragazzetti delle medie/superiori, probabilmente sommeresti solo delusione…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s