mi pareva di averlo gia’ vissuto

/archivi/2005/08/28/a-volte-nella-vita/

Non so che dire… a volte penso che questo blog serva piu’ a me per rendermi conto che ripasso sempre per gli stessi bivi… e anche stavolta… non ho un contratto, ma ho la fiducia di chi mi sta attorno che va rispettata…

Avrei voglia di andare a parlare nelle scuole medie a spiegare ai ragazzi come valutare cosa vorranno fare da grandi. Le mie metriche?

– settore: quanto c’e’ lavoro
– casa o non? “specializzazione” significa doversene andare
– obiettivi di vita

Perche’ nelle scuole non si parla mai di “artigianato” (come obiettivo di carriera)? E’ il cuore della nostra industria.

One thought on “mi pareva di averlo gia’ vissuto

  1. Pensa che a voler vedere bene anche “voglia di pensare con la mia testa/voglia di fare bene” significano doversene andare…o perlomeno spesso chiedersi “ma io qui cosa faccio?”, poi però come dici c’è la fiducia nelle persone, il rincorrere i sogni o quantomeno i propri obiettivi…e uno finisce con il dire “E per questo resisto” (frase rubata a chi purtroppo la diceva riferendosi a momenti ben più tragici e seri).

    Nota polemica: lascia stare i ragazzetti delle medie/superiori, probabilmente sommeresti solo delusione…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s