sproloqui clericali

ringrazio il Vaticano per avermi fatto conoscere uno scrittore decisamente degno di rispetto

Il Vaticano contro Saramago:
era un ideologo anti-religioso
da Corriere.it

k, devo vedere di recuperare qualche suo libro…

apertura mentale

a volte si danno per scontate troppe cose… mai mi sarei immaginato di trovarmi un interlocutore che si “tappasse a tutti i costi le orecchie”… eppure sto avendo su facebook un’allucinante discussione, a senso unico, con un amico cattolico

sta usando TUTTI i sistemi suggeriti dalla Cortellesi… incredibile 😀

non ha neppure voluto leggere quest’articolo di Repubblica
“Pedofilia-omosessualità”, scontro Bertone-gay :: Scritte oscene sulla casa natale del Papa
ritenendolo fazioso…

i cattolici pretendono i negozi chiusi di domenica

pure qui… che balle!!!

High court deems Berlin shop hours unconstitutional

Germany’s Constitutional Court on Tuesday ruled Berlin’s liberal opening hours for shops were unconstitutional, agreeing with Christian churches that Sundays must be protected from allegedly wanton consumerism.

io vivo da solo, quando pensano debba farla la spesa questi signori? TUTTI assieme appassionatamente il sabato ad intasare i supermercati???? “ma va ‘da ‘via il cul! va!”

soldi ai templi

L’otto per mille destinato allo Stato
finisce a parrocchie e monasteri

poi uno non deve essere anticlericale e non si deve incazzare… c’e’ la crisi e questi sputtanano soldi in questo modo… sono senza parole!

+ + + + [ update ]

giusto per avere la faccia come il culo… il sommo pontefice, dopo aver sbattuto nel cesso i NOSTRI soldi, sentenzia: “Non è più possibile accettare opulenza e spreco

ma VAFFANCULO VA!

il crocifisso e’ un’imposizione

e come tale dev’essere levato!

Non mi importa che il Sig. Magris cerchi di intortarci con articoli ad-hoc.

* Il crocifisso, simbolo di sofferenza che non può offendere nessuno

Prima parla degli insulti di alcuni pseudo-cattolici, facendo quasi finta di prendersela con loro per i toni e richiamandoli alla carita’ cristiana. E poi prende bellamente per il culo il figlio della firmataria della legge, dandogli del “giovane Werther o da giovane Törless” con frasi ironiche “dev’essere molto sensibile e delicato come una mimosa”.

Il crocifisso e’ un’imposizione. E’ il marchio di potere della chiesa nella sfera pubblica. Se non credi, non hai diritto di parola, sei un cittadino di serie B. “Le radici italiane sono cristiano/cattoliche!” …dicono…. PUTTANATE!

Sinceramente andare a fregiarmi di radici cristiano/cattoliche di idioti che hanno ucciso in nome di Dio, versando fiumi si sangue con le loro spade in uniformi crociate, o peggio ancora, infilando le loro luride mani nelle vagine di povere giovani la cui unica colpa era quella di aver usato la testa o di essere un po troppo carine e aver dovuto cosi’ soffrire stupri e roghi da parte di uomini di chiesa… vorrei poter dimenticare. Le radici cattolico/comuniste sono come un antenato scomodo di cui vorrei potermi velocemente sbarazzare: crocifisso, ora di religione, e qualsiasi altra concessione fatta alla Chiesa di Roma.

Sono stato cresciuto dai preti e dalle suore. Alcune persone ottime. Mentre altre… diciamo che per loro, o eri credente, o un presuntuoso ragazzetto che riteneva di essere migliore di altri solo per il fatto di essere una persona senziente in disaccordo con le pecore della masse. La stessa massa che passa ore e ore alla tv per vedere un briciolo di figa in prima serata sul grande fratello…

A quando il babbo natale in parte al crocifisso? In fondo sono molti di piu’ i credenti in babbo natale, no?

E quoto… “E’ molto piu’ facile credere in uno che scende dal camino, in tutto il mondo in una sola notta, piuttosto che a uno che sente le voci di miliardi di persone sul pianeta che bisbigliano all’unisono chiamandolo in aiuto, no?” – RELIGIOLOUS